Archivio di sguggiari.ch

NEWS 2017

NEWS 2016

Gennaio - Giugno

Luglio - Dicembre

NEWS 2015

NEWS 2014

NEWS 2013

NEWS 2012

NEWS 2011

NEWS 2010

NEWS 2009

NEWS 2008

NEWS 2007

space

 

A R C H I V I O     N E W S     2 0 1 6

Elenco news da luglio a dicembre 2016

• 20 dicembre - TILO: incidente ad un passaggio a livello in Italia
• 11 dicembre - La Galleria di Base del San Gottardo è ufficialmente aperta
• 9 dicembre - Ultimi IR, ICN, EC e treni merci sulla vecchia linea del Gottardo
• 3 dicembre - UFT: blocco delle Traxx 2 e 3 sul Gottardo revocato
• 27 novembre - Nuovi treni per AAR bus+bahn / WSB
• 11 novembre - FFS Cargo International: Vectron BR 193 259 in Ticino
• 6 novembre - BLS: Lötschberger 'Kambly'
• 31 ottobre - FFS: Re 4/4 II/III e Re 6/6 rottamate
• 19 ottobre - Sondaggio
• 21 settembre - Simulatore FFS Ae 6/6
• 19 settembre - FFS: refit per 25 locomotive Re 6/6
• 9 settembre - UFT: blocco imposto alle Traxx 2 e 3 sul Gottardo
• 4 settembre - Domino FFS di nuovo in Ticino
• 28 agosto - Il tramonto della linea di montagna del Gottardo è iniziato
• 15 agosto - Fotografie Cusco-Machupicchu (Perù)
• 2 agosto - Gottardino
• 23 luglio - Database maggiolini VW
• 16 luglio - FFS Re 6/6 11673 "Cham" rottamata
• 11 luglio - BLS Re 475 a Bellinzona
• 7 luglio - RhB: nuovo Flügeltriebzug RTZ

20 DICEMBRE

TILO: incidente ad un passaggio a livello in Italia

La mattina di venerdì 16 dicembre 2016 il TILO S30 Cadenazzo-Malpensa è rimasto coinvolto in un incidente presso un passaggio a livello a Ternate, in Italia. Il treno ha investito un camion rimasto bloccato tra le barriere e, fortunatamente, non ci sono stati feriti. La composizione coinvolta è il treno RABe 524 201, uno dei 4 Flirt TILO di Trenord. Alcuni giorni dopo il treno si trovava già a Bellinzona per le dovute riparazioni.

TILO RABe 524 201 a Bellinzona
Foto: sguggiari.ch - TILO RABe 524 201 a Bellinzona

Permalink a questo articolo.

torna su

11 DICEMBRE

La Galleria di Base del San Gottardo è ufficialmente aperta

La mattina di domenica 11 dicembre 2016, con l'introduzione del nuovo orario, i primi treni regolari hanno iniziato a transitare nella nuova galleria. Il primo treno a transitare in direzione sud è stato l'EC 11 proveniente da Zurigo con a bordo il CEO delle FFS Andreas Meyer, seguito dopo pochi minuti da un treno speciale composto sia da carrozze passeggeri che da carri merci e diretto alla stazione di Lugano. In direzione nord il primo treno passeggeri a percorrere la nuova galleria è stato l'IC 856 proveniente da Chiasso e diretto a Zurigo.
Inizia così, dopo 134 anni, una nuova epoca per il traffico ferroviario sull'asse del San Gottardo. Se per molti versi ci saranno indubbiamente innumerevoli vantaggi, dal punto di vista strettamente nostalgico non si può che essere un po' tristi per il tramonto di una delle più belle linee svizzere.

EC 11 del 11.12.2016 a Taverne
Foto: sguggiari.ch - EC 11 del 11.12.2016 a Taverne

FFS Re 460 098-7 a Taverne
Foto: sguggiari.ch - FFS Re 460 098-7 a Taverne

Permalink a questo articolo.

torna su

9 DICEMBRE

Ultimi IR, ICN, EC e treni merci sulla vecchia linea del Gottardo

Come oramai tutti sapranno, da domenica 11 dicembre entrerà in vigore il nuovo orario con il quale aprirà ufficialmente il tunnel di base del San Gottardo. Ciò significa che il traffico sulla vecchia linea del 1882 sparirà quasi completamente. Non tutti i treni verranno semplicemente deviati nel nuovo tunnel: i classici "IR del Gottardo" composti da locomotive Re 4/4 II o Re 460 e carrozze tradizionali (Bpm 51, Apm 61 Panorama, EW IV, ...) spariranno e cederanno il posto agli IR effettuati con Flirt TILO. È per questo motivo che il 9 dicembre, il penultimo giorno di servizio regolare sulla tratta di montagna, mi sono recato in Leventina per immortalare gli ultimi treni. Purtroppo il sole non ha giocato a nostro favore, ma le fotografie rappresentano comunque la fine di un'epoca centenaria. Le fotografie sono visibili nella galleria fotografica.
Gli ultimissimi IR a toccare suolo ticinese dovrebbero essere sabato sera l'IR 2335 Basilea-Locarno con arrivo a Locarno alle 22:13 e l'IR 2437 Zurigo-Chiasso con arrivo a Chiasso alle 00:04.

IR 2422 del 09.12.2016 prima di Ambrì
Foto: sguggiari.ch - IR 2422 del 09.12.2016 prima di Ambrì

Permalink a questo articolo.

torna su

3 DICEMBRE

UFT: blocco delle Traxx 2 e 3 sul Gottardo revocato

A settembre l'Ufficio Federale dei Trasporti (UFT) aveva annunciato che non avrebbe prolungato l'autorizzazione provvisoria per la circolazione sulla linea del Gottardo alle locomotive Bombardier del tipo Re 486, BR 186, Re(m) 487 e BR 187. BLS, la compagnia ferroviaria maggiormente toccata dal provvedimento, ha annunciato il 28 novembre scorso di aver trovato una soluzione e di evitare così il blocco delle proprie locomotive. In collaborazione con Bombardier e FFS Infrastruttura, il software dell'ETCS delle locomotive in questione ha potuto essere aggiornato e corretto. L'UFT ha collaborato attivamente per sostenere l'omologazione del software modificato anche negli altri paesi in cui circolano queste locomotive e a fine novembre ha concesso l'autorizzazione definitiva per la circolazione sull'asse del Gottardo. Queste modifiche dell'equipaggiamento sono costate a BLS Cargo circa 7 milioni di franchi. Il comunicato stampa di BLS non manca quindi di lanciare una frecciatina all'UFT riguardo agli enormi costi causati dall'introduzione del sistema di sicurezza ETCS, senza che di fatto ci sia stato un effettivo aumento della sicurezza per i treni merci.

BR 187 007-0 a Giubiasco
Foto: sguggiari.ch - BR 187 007-0 a Giubiasco

Permalink a questo articolo.

torna su

27 NOVEMBRE

Nuovi treni per AAR bus+bahn / WSB

La compagnia ferroviaria a scartamento ridotto argoviese Wynental- und Suhrentalbahn (WSB), parte integrante della AAR bus+bahn, ha comunicato il 24 novembre l'acquisto di 5 elettrotreni dalla turgoviese Stadler Rail. I treni saranno lunghi 60m e avranno 113 posti a sedere e 289 posti in piedi, per un costo totale di circa 50 milioni di franchi. È prevista un'opzione per ulteriori 10 composizioni. La velocità massima sarà di 80 km/h, mentre la tensione di alimentazione sarà inizialmente di 750V DC. In una seconda fase, quando l'infrastruttura sarà pronta, la tensione di alimentazione sarà aumentata a 1500 V DC. Il sistema di sicurezza previsto è lo ZSL-90, utilizzato anche presso la RBS.
Il design rappresenta un'ulteriore evoluzione dei treni a scartamento ridotto Stadler prodotti negli ultimi anni. L'entrata in servizio dei nuovi treni è prevista per il dicembre 2019.

FFS Cargo International BR 193 259
Foto: AAR bus+bahn / WSB

Permalink a questo articolo.

torna su

11 NOVEMBRE

FFS Cargo International: Vectron BR 193 259 in Ticino

Questa settimana la Vectron BR 193 259 di ELL (European Locomotive Leasing), noleggiata a FFS Cargo International, era in Ticino per alcune corse di prova. La locomotiva fa parte della famiglia Vectron MS del produttore tedesco Siemens ed è attualmente omologata in Germania, Austria e Svizzera. L'omologazione per l'Olanda e per l'Italia è in corso.
Con l'apertura della Galleria di Base del San Gottardo FFS Cargo International intende effettuare con queste macchine treni merci dall'Olanda (Rotterdam) fino all'Italia senza cambiare locomotiva.
Queste locomotive andranno dunque ad affiancare nel panorama ferroviario elvetico le sorelle Re 475 di BLS, anche se quest'ultime saranno impiegate principalmente sull'asse del Lötschberg.

FFS Cargo International BR 193 259
Foto: sguggiari.ch - FFS Cargo International BR 193 259

Permalink a questo articolo.

torna su

6 NOVEMBRE

BLS: Lötschberger 'Kambly'

La fabbrica di biscotti Kambly si trova a Trubschachen, lungo la linea gestita da BLS che collega Berna con Lucerna. Dal 2010, anno del centenario di fondazione della ditta, circola su questa tratta una composizione pubblicitaria in livrea Kambly composta da una Re 465 e da sei carrozze EW III.
A partire dal cambio orario del prossimo dicembre, queste composizioni saranno impiegate sulla linea Berna-Neuchâtel-La Chaux-de-Fonds e verranno sostituite da RABe 535 Lötschberger. Per questo motivo due Lötschberger circoleranno con una nuova livrea Kambly sulla linea Berna-(Trubschachen)-Lucerna, mentre la composizione di EW III manterrà la livrea pubblicitaria e sarà impiegata tra Berna e La Chaux-de-Fonds.
Il primo dei due Lötschberger, il RABe 535 114, è stato battezzato il primo novembre 2016 a Spiez con il nome di "Trubschachen 1" ed è da subito in servizio sulle linee BLS. Il secondo treno seguirà ad inizio dicembre. A partire dalla primavera 2017 su questi treni saranno inoltre installati dei distributori automatici di caffè e di snacks, dove non mancherà sicuramente una vasta scelta di biscotti Kambly.

BLS RABe 535 114 Kambly
Foto: sguggiari.ch - Lötschberger 'Kambly'

Permalink a questo articolo.

torna su

31 OTTOBRE

FFS: Re 4/4 II/III e Re 6/6 rottamate

Nelle ultime settimane, alcune Re 4/4 II sono state rottamate a seguito di incidenti nemmeno troppo gravi avvenuti negli scorsi mesi o anni. In luglio era stata rottamata la FFS Re 6/6 11673 "Cham", la prima Re 6/6 ad essere rottamata da più di 25 anni a questa parte, mentre il 22 ottobre è toccato alla Re 4/4 II 11333.
Al momento parrebbe che le locomotive del tipo Re 4/4 II, Re 4/4 III e Re 6/6 che subiscono danni rilevanti non verranno più riparate. Inoltre FFS Cargo dovrebbe radiare a breve-medio termine una ventina di Re 4/4 II della serie 111xx ordinate nel 1966/67 che non state sottoposte all'ultimo pacchetto di modifiche (Note: radiare non significa automaticamente rottamare).
Nel 2017 dovrebbero finalmente entrare in servizio i primi RABDe 502 Twindexx, rendendo così superflue anche alcune macchine delle divisione viaggiatori.

Per avere una visione d'assieme delle locomotive già rottamate sono da ora attive tre nuove pagine dedicate del sito:
FFS Re 4/4 II rottamate
FFS Re 4/4 III rottamate
FFS Re 6/6 rottamate

FFS Re 4/4 11184
Foto: sguggiari.ch - FFS Re 4/4 11184

Permalink a questo articolo.

torna su

19 OTTOBRE

Sondaggio

Sin da quando questo sito è stato messo in rete oramai più di 10 anni fa, mi giungono regolarmente richieste di ogni genere da parte dei lettori.
Ho quindi deciso che è giunto il momento di sapere un po' più in dettaglio cosa si aspettano i frequentatori di questo sito. Nel seguente sondaggio, attivo fino a fine ottobre 2016, ho tentato di inserire alcune semplici domande che mi permetteranno di impostare il futuro del sito.
Ovviamente non posso garantire che tutti i desideri verranno esauditi, anche perché il tempo a disposizione da dedicare al sito non è infinito. Dulcis in fundo occorre precisare che l'intero sito viene sempre ancora scritto a mano in un normale editor di testo con tanto di codice php, js e html. Non mi è quindi possibile rivoluzionare la grafica con pochi click del mouse come avviene con i siti "moderni" oppure realizzare una versione del sito per telefonini senza dover spendere intere giornate a rivoluzionare tutto.
Grazie a tutti coloro che parteciperanno. I risultati saranno naturalmente presentati qui sulla homepage.

Sandro

Permalink a questo articolo.

torna su

21 SETTEMBRE

Simulatore FFS Ae 6/6

Il simulatore della Ae 6/6 è praticamente giunto in dirittura di arrivo. Ci sono naturalmente ancora un'infinità di dettagli da mettere a posto ma è già possibile fare una simulazione completa senza errori di rilievo. Nel seguente video è possibile farsi un'idea del funzionamento generale del "giocattolo". Un video dettagliato del funzionamento del controller era già stato pubblicato su queste pagine nel lontano marzo 2014.
Come per ogni progetto, i lavori di rifinitura sono quelli che dureranno più a lungo. Non da ultimo dovrà essere documentato tutto quanto è stato fatto finora e infine sarà aggiornata anche la pagina del sito dedicata al simulatore.


Video: sguggiari.ch - Simulatore FFS Ae 6/6

Permalink a questo articolo.

torna su

19 SETTEMBRE

FFS: refit per 25 locomotive Re 6/6

La notizia non è già più tra le più attuali ma, nonostante ciò, merita comunque un paio di righe.
Le FFS hanno comunicato il 31 agosto scorso la decisione di sottoporre ad un rinnovo abbastanza sostanzioso 25 Re 6/6. L'operazione, dal costo di circa 1,6 milioni per ogni locomotiva, permetterà di prolungarne la durata di vita fino ad almeno il 2035.
L’ammodernamento prevede, oltre alla sostituzione dell'intero cablaggio, alla revisione dei trasformatori e dei graduatori, l'installazione del sistema ETCS e, sulle macchine in cui è già presente, la sostituzione dell'intero equipaggiamento ETCS. Proprio questo punto non ha mancato di suscitare perlomeno un qualche interrogativo: l'attuale sistema ETCS della ditta Alstom è stato installato sulle Re 6/6 a partire dal 2007. Ora, nemmeno 10 anni dopo, occorre già sostituirlo in quanto non supporta più le ultime funzionalità richieste dalle future norme. Il sistema ETCS, già criticato da più parti per essere molto costoso, si dimostra così ulteriormente come un'enorme macchina mangia-soldi.
Le Re 6/6 sono state costruite in 89 esemplari: il futuro delle rimanenti locomotive, oltre e quelle già rottamate o accantonate, rimane perciò incerto. L'unica cosa sicura è però che le FFS non potranno rinunciare a così tante locomotive a 6 assi: se le altre Re 6/6 non verranno anch'esse rinnovate, la domanda di quale modello sarà acquistato come loro successore diventerà ben presto attuale.

FFS Re 6/6 11627
Foto: sguggiari.ch - FFS Re 6/6 11627

Permalink a questo articolo.

torna su

9 SETTEMBRE

UFT: blocco imposto alle Traxx 2 e 3 sul Gottardo

Sin dalla messa in esercizio dell'ETCS Level 2 tra Erstfed e Brunnen avvenuta il 15 agosto del 2015, alcuni tipi di veicoli hanno avuto parecchie avarie apparentemente inspiegabili con conseguente blocco della linea e ritardi. In seguito ad analisi più dettagliate è risultato che le locomotive toccate da questo difetto erano quelle equipaggiate con un determinato tipo di apparecchiatura ETCS della Bombardier. Per alleviare gli effetti sono state effettuate alcune correzioni dal lato infrastruttura. Per risolvere il problema alla radice, però, Bombardier avrebbe dovuto correggere il software delle proprie locomotive e, in alcuni casi, rivedere anche parte dell'hardware. Sulla base di queste premesse, l'Ufficio Federale dei Trasporti (UFT) aveva rilasciato un'autorizzazione provvisoria con scadenza a novembre di quest'anno.
Attualmente i problemi non sembrano ancora risolti e l'UFT ha quindi deciso di non rinnovare l'autorizzazione d'esercizio, bloccando quindi di fatto l'accesso alla linea del Gottardo alle locomotive Bombardier del tipo Re 486, BR 186, Re(m) 487 e BR 187. Le compagnie ferroviarie coinvolte dal provvedimento, BLS prima fra tutti, dovranno quindi trovare delle soluzioni alternative e probabilmente aumentare la pressione su Bombardier affinché risolvi il problema il più presto possibile.

AGGIORNAMENTO: trovata una soluzione al problema, blocco revocato.

Edit: aggiornato il 3 dicembre 2016, 20:58

BR 187 007-0 a Giubiasco
Foto: sguggiari.ch - BR 187 007-0 a Giubiasco

Permalink a questo articolo.

torna su

4 SETTEMBRE

Domino FFS di nuovo in Ticino

Come forse i lettori più attenti avranno già notato, da fine agosto sono ricomparse in Ticino alcune composizioni Domino, dopo che le due normalmente presenti a sud delle Alpi erano state riportate a nord ad inizio estate. La novità è che almeno una delle due composizioni che circolano attualmente è già provvista del nuovo cavo di comando multiplo. Il cavo in questione è fissato in maniera abbastanza vistosa sul frontale del treno, una soluzione in cui il design non è stato sicuramente preso in considerazione.
I Domino vengono generalmente utilizzati per i collegamenti verso Locarno, garantendo così ai fortunati viaggiatori quel pizzico di adrenalina in più dato dall'incertezza di arrivare a casa in orario.

Bellinzona ABt Domino FFS
Foto: sguggiari.ch - ABt Domino a Bellinzona

Permalink a questo articolo.

torna su

28 AGOSTO

Il tramonto della linea di montagna del Gottardo è iniziato

I giorni in cui tutti i treni merci passano ancora sulla linea montana del Gottardo stanno per giungere al termine. Attualmente solo alcuni treni merci fortemente in ritardo vengono deviati attraverso il tunnel di base, a condizione che il macchinista abbia già ricevuto l'apposita formazione. Dal 5 settembre, invece, e fino al cambio orario di dicembre, circa 2000 treni merci di FFS Cargo e 5000 treni merci in totale verranno fatti passare sistematicamente dal tunnel di base, così come alcuni collegamenti passeggeri (inizialmente solo alcune relazioni nord-sud). Ai fotografi ritardatari non rimangono quindi che alcuni giorni prima dell'inizio della fine della linea storica...

Treno merci a Faido
Foto: sguggiari.ch - Treno merci a Faido

Permalink a questo articolo.

torna su

15 AGOSTO

Fotografie Cusco-Machupicchu (Perù)

È ora disponibile una nuova pagina della sezione Fotografie ferroviarie di varie nazioni del mondo. Si tratta in particolare di alcune fotografie scattate lo scorso luglio in Perù lungo la tratta Cusco-Machupicchu.
La linea Cusco-Machupicchu-Quillabamba è lunga 185 km, raggiunge i 3678 mslm ed ha uno scartamento di 914 mm (3 piedi). La costruzione della linea è iniziata nel 1913, mentre Machupicchu è stata raggiunta nel 1948. La stazione termine di Quillabamba è invece stata raggiunta unicamente nel 1978. Nel 1997 una frana ha interrotto la linea una quindicina di km dopo Machupicchu in direzione di Quillabamba, isolando così il pezzo di linea che porta a Quillabamba. Dopo quasi 20 anni dalla frana questo tratto non è ancora stato ripristinato.
Le fotografie sono state tutte scattate da Daniela, che colgo l'occasione di ringraziare moltissimo.

Peru Rail DL-535A 482 sulla tratta Cusco-Machupicchu
Foto: sguggiari.ch - Peru Rail DL-535A 482

Permalink a questo articolo.

torna su

2 AGOSTO

Gottardino

A partire dal 2 agosto e fino al 27 novembre 2016 il treno speciale Gottardino circolerà giornalmente, eccetto il lunedì, tra Biasca e Flüelen e viceversa. Il viaggio prevede la fermata del treno presso la stazione multifunzionale di Sedrun, a più di 800 metri di profondità sotto la montagna, dove sarà possibile visitare una piccola esposizione dedicata al progetto del secolo. L'offerta totale di posti acquistabili per salire sul Gottardino è di circa 42'500, di cui almeno 40'000 risultavano già prenotati ancora prima che iniziasse a circolare.
Per verificare il corretto svolgimento del programma Gottardino, le FFS hanno organizzato in luglio 4 corse di prova a cui chiunque poteva partecipare. Lo scatto di fotografie durante queste prove era di principio ammesso, con l'unica condizione di aspettare il 2 di agosto prima di pubblicarle. Ecco dunque riassunto in alcuni scatti quello che vi riserverà il Gottardino a partire da oggi. Nota: se qualcuno avesse già prenotato il biglietto, forse è meglio non guardare le foto per non rovinarsi la sorpresa...
Maggiori informazioni sul Gottardino: ffs.ch.

Re 460 016 - Gottardino
Foto: sguggiari.ch - FFS 460 016

Permalink a questo articolo.

torna su

23 LUGLIO

Database maggiolini VW

Come tutti i lettori sanno, questo sito internet è dedicato principalmente al mondo ferroviario svizzero. Come per ogni regola ci sono però delle eccezioni: sin da bambino sono sempre stato attirato dai maggiolini VW e recentemente ho deciso di comprarne uno. Per tenere sott'occhio l'andamento dei prezzi di queste auto sul mercato svizzero, ho iniziato a raccogliere le informazioni in una banca dati in cui sono riassunte le caratteristiche principali di ogni veicolo che trovavo in vendita sui principali portali svizzeri online. Con il tempo in questa banca dati sono catalogati più di 100 maggiolini e maggioloni VW e, con le informazioni raccolte, è possibile rappresentare graficamente i prezzi in funzione dell'anno di costruzione. Naturalmente non è possibile analizzare lo stato di ogni vettura unicamente in base ad alcune foto pubblicate su un sito internet: si può passare dal rottame arrugginito all'automobile completamente restaurata, con ovvie differenze di prezzo. Vale inoltre la pena accennare che il semplice fatto di mettere un'automobile in vendita non significa ancora averla venduta: se si osserva attentamente si può osservare che parecchie auto rimangono in vendita per parecchi mesi e che i prezzi vengono regolarmente corretti verso il basso.
Dato che questa nuova pagina non rientra nel contesto del sito, il link per l'accesso è presente unicamente nella mappa globale del sito.

C 5/6
Foto: FFS C 5/6 con carico di maggiolini VW nuovi nel 1963
(Immagine tratta da internet, fonte esatta sconosciuta)

Permalink a questo articolo.

torna su

16 LUGLIO

FFS Re 6/6 11673 "Cham" rottamata

Nella serata di venerdì 15 luglio 2016, la Re 6/6 11673 "Cham" è stata trasferita su strada dalle Officine FFS di Bellinzona fino alla sede dell'impresa di riciclaggio luganese Vismara & Co. Il convoglio è transitato sull'autostrada A2 fino all'uscita di Lugano Nord ed ha attraversato in seguito la galleria Vedeggio-Cassarate, per l'occasione bloccata al traffico nella direzione opposta.
La Re 6/6 11673 "Cham" era rimasta coinvolta in un incidente tra un treno di FFS Cargo e un treno di BLS Cargo il 13 maggio 2015 ad Erstfeld. Già in marzo lo stemma del comune di Cham era stato applicato alla Re 4/4 II 11278 in un'azione promossa dall'associazione SBB Historic Team Erstfeld, dopo che FFS Cargo aveva concluso che la riparazione della locomotiva non sarebbe più stata sensata. Dopo aver tolto tutti i pezzi ancora utilizzabili, la carcassa della locomotiva è rimasta per alcuni mesi nei binari di fronte alle Officine FFS di Bellinzona, prima di affrontare l'ultimo viaggio 38 anni dopo essere entrata in servizio.

Rottamazione Re 6/6 11673 'Cham'
Foto: sguggiari.ch - FFS Re 6/6 11673 "Cham"

Permalink a questo articolo.

torna su

11 LUGLIO

BLS Re 475 a Bellinzona

Lunedì 11 luglio le due nuove locomotive di BLS della famiglia Vectron del produttore tedesco Siemens classificate come Re 475 401 e 402 sono giunte per la prima volta in Ticino nell'ambito di alcune corse di prova. Le due locomotive, in trazione multipla, sono ripartite verso nord poco dopo mezzogiorno.

Vectron BLS Re 475
Foto: sguggiari.ch - BLS Re 475 a Bellinzona

Permalink a questo articolo.

torna su

7 LUGLIO

RhB: nuovo Flügeltriebzug RTZ

La Ferrovia Retica (RhB) ha annunciato il 30 giugno scorso l'acquisto di 27 elettrotreni "Flügeltriebzügen RTZ" classificati ABe 4/16 3111-3137 e costruiti da Stadler Rail, con un'opzione per ulteriori 20 composizioni. Il costo dei nuovi treni ammonta a circa 285 milioni di franchi e potranno circolare unicamente su linee alimentate a 11kV/16.7Hz.
Gli RTZ avranno 172 posti a sedere di cui 35 in prima classe, ripartiti in 4 casse per una lunghezza totale di 76.4 m. La velocità massima è fissata a 120 km/h, mentre la potenza di punta sarà di 1.4 MW. I primi treni saranno messi in esercizio nel 2019 e percorreranno principalmente le linee in Prettigovia e in Engadina. Eccezionalmente potranno anche essere impiegati in Surselva e sulla linea dell'Albula. Non saranno invece utilizzati sulla linea che porta ad Arosa e sulla linea del Bernina.

AGGIORNAMENTO: RhB ha comunicato il 25 novembre l'acquisto di ulteriori 9 composizioni per un importo di 67,9 milioni di franchi.

Edit: aggiornato il 27 novembre 2016, 18:05

RhB Stadler Flügeltriebzug RTZ
Foto: RhB / Stadler

Permalink a questo articolo.

torna su

torna alla homepage