Aggiornato lunedì 03 giugno 2019

Online dal 14 maggio 2005

A R C H I V I O     N E W S     2 0 1 8

Elenco news da gennaio a giugno 2018

• 24 giugno - Hupac: nuova Vectron in Ticino
• 3 giugno - FFS: Re 4/4 II rottamate in maggio
• 18 maggio - ETCS L2 a Giubiasco
• 29 aprile - FFS: altre due Re 4/4 II rottamate
• 21 aprile - FFS Re 620 088-5 'Linthal'
• 14 aprile - Re 4/4 II: differenze fra le serie (terza parte)
• 1 aprile - FFS: da Re 4/4 II a Re 6/6
• 11 marzo - Smartron: nuova locomotiva standard di Siemens per la Germania
• 27 febbraio - FFS: Twindexx RABe 502 'Aquilo' finalmente in servizio
• 19 febbraio - FFS: prime Re 4/4 II rottamate
• 6 febbraio - Vectron Rem 476 di railCare in Ticino
• 27 gennaio - Sistemi di sicurezza: migrazione ETCS L1 LS completata

24 GIUGNO

Hupac: nuova Vectron in Ticino

Dopo quelle di BLS, FFS Cargo International e di railCare, una nuova variante di Vectron si è aggiunta a fine maggio alle macchine circolanti in Svizzera. Si tratta delle prime due BR 193 (490 e 491) delle 8 locomotive ordinate da Hupac nel giugno 2017 destinate al traffico nord sud. Le macchine potranno circolare in DE-AT-CH-IT-NL e possono raggiungere i 160 km/h con una potenza massima di 6.4 MW. Dato che attualmente i treni Hupac sono garantiti da BLS, almeno in una prima fase queste macchine saranno integrate nel parco macchine di quest'ultima. Negli scorsi giorni la BR 193 491 ha raggiunto anche il sud delle Alpi.

Vectron Hupac BR 193 491
Foto: sguggiari.ch - Vectron Hupac BR 193 491 a Bellinzona

Permalink a questo articolo.

torna su

3 GIUGNO

FFS: Re 4/4 II rottamate in maggio

Anche in maggio la rottamazione delle Re 4/4 II di FFS Cargo senza ETCS e senza impianto di climatizzazione è continuata in grande stile. A Kaiseraugst sono state rottamate le locomotive Re 4/4 II 11168, 11174 e 11186 (Re 420 186) che giacevano da mesi mezze smontate presso la stazione di smistamento di RBL. Il 24 maggio è poi stata la volta delle Re 4/4 II 11171 e 11188, trasportate dalle Officine FFS di Bellinzona su strada dal demolitore Vismara di Lugano. Sale così ad oltre 30 macchine il numero totale di Re 4/4 II rottamate, di cui 13 solo da inizio 2018.

Carcassa della FFS Re 4/4 II 11171
Foto: sguggiari.ch - Carcassa della FFS Re 4/4 II 11171

Permalink a questo articolo.

torna su

18 MAGGIO

ETCS L2 a Giubiasco

Il conto alla rovescia per la messa in esercizio del sistema di sicurezza ETCS L2 a Giubiasco è iniziata. Nella notte tra sabato 26 e domenica 27 maggio la stazione di Giubiasco verrà commutata dal sistema di segnalamento tradizionale al sistema di segnalamento in cabina ETCS Level 2. L'impianto attuale di Giubiasco, un Domino67 a relais, verrà sostituito da un nuovo impianto elettronico della Thales. I segnali luminosi saranno spenti ed in seguito smantellati per essere sostituiti da tavole ETCS.
Questa messa in esercizio rappresenta la prima tappa del collegamento della futura Galleria di base del Ceneri (CBT) alla rete esistente. Nel 2020 sarà la volta del portale sud: l'innesto della galleria di Vezia avrà come conseguenza che il tratto tra la stazione di Lugano (non compresa) e Taverne (non compresa) sarà commutato anch'esso con il nuovo sistema di segnalamento. La fermata di Lamone-Cadempino si troverà quindi all'interno del perimetro del Livello 2.

Dal punto di vista del traffico ferroviario commerciale questa messa in esercizio non comporta cambiamenti nel materiale rotabile che circolerà: praticamente tutti i veicoli che transitano attualmente in questa tratta sono già provvisti di questo sistema.

AGGIORNAMENTO: la messa in esercizio si è svolta come previsto.

Edit: aggiornato il 3 giugno 2018, 15:06

ETCS Level 2 a Giubiasco
Foto: sguggiari.ch - ETCS Level 2 a Giubiasco

Permalink a questo articolo.

torna su

29 APRILE

FFS: altre due Re 4/4 II rottamate

Giovedì 26 aprile altre due Re 4/4 II di FFS Cargo sono state portate alla rottamazione. Le Re 4/4 II 11185 e 11190, costruite entrambe nel 1970, sono state prelevate dalle Officine FFS di Bellinzona da due camion della Sabesa con destinazione la ditta di demolizioni Vismara di Lugano. La 11190 è rimasta per un qualche giorno parcheggiata all'interno dello svincolo autostradale di Camorino in attesa di completare il viaggio.
A breve seguiranno altre due macchine, più precisamente la Re 4/4 II 11171 e 11188.

Carcassa della FFS Re 4/4 II 11190
Foto: sguggiari.ch - Carcassa della FFS Re 4/4 II 11190

Permalink a questo articolo.

torna su

21 APRILE

FFS Re 620 088-5 'Linthal'

I più attenti l'avranno forse già notato: dal 9 marzo scorso la Re 620 088-5 "Linthal" con livrea Xrail circola con, da un lato, lo stemma svizzero frontale sostituito dallo stemma del Canton Glarona. In realtà si tratta unicamente di un autoadesivo applicato sopra lo stemma originale e non si sa bene fino a quando resisterà. Lo stemma è stato applicato in occasione del pensionamento di un macchinista particolarmente legato a questa macchina.

AGGIORNAMENTO: stemmi rimossi definitivamente da entrambi i lati il 10 luglio 2018

Edit: aggiornato il 11 luglio 2018, 22:14

FFS Re 620 088-5 Linthal con stemma Glarus
Foto: sguggiari.ch - FFS Re 620 088-5 "Linthal"

Permalink a questo articolo.

torna su

14 APRILE

Re 4/4 II: differenze fra le serie (terza parte)

Nel 2013 e 2014 erano stati pubblicati i primi due brevi articoli con la descrizione di alcune delle differenze tra le varie serie di Re 4/4 II (Re 420). È ora giunta l'ora della terza parte.

La traversa frontale (Stossbalken in tedesco o pancone in Italia) ha il compito di trasmettere le forze dei respingenti (in spinta) oppure del gancio (in trazione) alla cassa della locomotiva. Negli anni '70 in Svizzera iniziarono a circolare discussioni sulla possibile adozione di un gancio automatico. Nel 1971 presso le Officine di Bellinzona venne montato un prototipo di traversa frontale con un alloggiamento per un futuro gancio automatico sulla Re 4/4 II 11207. Su tutte le locomotive consegnate a partire dal dicembre 1971 questa traversa frontale è stata montata di serie. Concretamente si tratta delle Re 4/4 II a partire dalla 11220 (tranne le 11236-11238, già fornite prima del dicembre 1971). Nella fotografia sottostante si vede chiaramente la differenza tra una traversa frontale con e senza alloggiamento per il gancio automatico. La storia ci ha in seguito insegnato che il progetto dell'introduzione del gancio automatico in Svizzera è stato abbandonato dopo alcuni anni di test. Non è però da escludere che, a distanza di quasi 50 anni, ci siano presto alcune sorprese in tal senso.

FFS Re 4/4 II Stossbalken traversa frontale
Foto: sguggiari.ch - FFS Re 4/4 II 11185 (sopra) e 11242 (sotto)

Permalink a questo articolo.

torna su

1 APRILE

FFS: da Re 4/4 II a Re 6/6

Con l'apertura della Galleria di base del San Gottardo sull'asse nord-sud non è più strettamente necessario l'utilizzo di una doppia trazione composta da una Re 4/4 II e da una Re 6/6. Una singola Re 4/4 II non è però sufficiente a trainare da sola tutto il peso di un treno e, dato che al momento ci sono unicamente un'ottantina di Re 6/6 disponibili, è stato deciso di trasformare 14 Re 4/4 II tra le più vecchie in Re 6/6. La prima locomotiva, la Re 4/4 II 11182, è stata traferita venerdì su strada presso la Tenconi di Cadenazzo, dove la cassa verrà allungata nella parte centrale di circa 4m. Verso metà maggio la macchina tornerà alle Officine FFS di Bellinzona, dove l'intera parte elettrica verrà rifatta utilizzando i componenti di altre Re 4/4 II da rottamare. I test del primo prototipo, denominato Re 620 090, sono previsti a partire da settembre 2018. A partire da novembre dovrebbe uscire dalle Officine una locomotiva al mese in modo di avere tutte le locomotive a diposizione per il cambio orario del dicembre 2019.

AGGIORNAMENTO: si trattava naturalmente di un pesce d'aprile. In realtà la Re 4/4 II 11182 è stata portata venerdì alla rottamazione presso la ditta di riciclaggio Vismara (foto 1 e foto 2).

Edit: aggiornato il 2 aprile 2018, 20:27

FFS Cargo Re 4/4 II 11182
Foto: sguggiari.ch - FFS Re 4/4 II 11182

Permalink a questo articolo.

torna su

11 MARZO

Smartron: nuova locomotiva standard di Siemens per la Germania

La Siemens ha presentato il 1° marzo una nuova locomotiva standard destinata al traffico merci in Germania. Si tratta della Smartron, parente molto stretta della già famosa Vectron che circola da alcuni anni anche in Svizzera. Questa locomotiva, dal peso di 83t e con una potenza di 5.6 MW, può raggiungere una velocità massima di 140 km/h. La locomotiva, monotensione (15 kV AC), è provvista unicamente dei sistemi di sicurezza PZB e LZB. Non presente l'ETCS.
La Smartron rappresenta un ulteriore passo verso le locomotive standardizzate: se già le Vectron sono praticamente ordinabili da catalogo, la Smartron è disponibile unicamente in un'unica variante ad un unico prezzo prestabilito e per tutti uguale. La colorazione sarà per tutti come quella della foto sottostante (colore "capriblau"). La fornitura delle prime macchine è prevista a partire dalla fine del 2018. Da subito è disponibile un esemplare con lo scopo di far valutare la macchina a possibili acquirenti.

Siemens Smartron BR 192 001-6
Foto: Siemens - Smartron BR 192 001-6

Permalink a questo articolo.

torna su

27 FEBBRAIO

FFS: Twindexx RABe 502 'Aquilo' finalmente in servizio

Lunedì 26 febbraio sono finalmente entrati in servizio i primi Twindexx Bombardier ordinati dalle FFS nel lontano 2010 e classificati come RABe 502 (versioni IR) e RABDe 502 (versione IC). I treni sarebbero dovuti entrare in servizio nel dicembre 2013 ma, a causa di tutta una serie di problemi riscontrati nel corso del progetto, la fatidica data è stata sempre posticipata fino a superare i 4 anni di ritardo.
I primi collegamenti effettuati saranno gli IR17 2368 Zurigo-Berna e 2373 Berna-Zurigo. La primissima corsa, accompagnata come da tradizione da molti giornalisti, appassionati e semplici curiosi, è stata effettuata con il RABe 502 207 (versione IR lungo 200m). Le reazioni della stampa sono state in gran parte focalizzate sul ricorso inoltrato dall'associazione "Inclusion Handicap" che denunciava una non conformità delle rampe di accesso al treno.
Finora sono stati consegnati alle FFS 6 composizioni. Molte altre si trovano già nel processo di consegna ed entreranno in servizio poco a poco nei prossimi mesi. Il prossimo collegamento in cui saranno impiegati i treni durante questa prima fase di prova sarà il RE Zurigo-Coira. In Ticino questi treni arriveranno unicamente dopo l'apertura della Galleria di Base del Ceneri nel 2020.

Re 4/4 II 11175
Foto: sguggiari.ch (Federico B.) - RABe 502 207 come IR17

Permalink a questo articolo.

torna su

19 FEBBRAIO

FFS: prime Re 4/4 II rottamate

Questo mese di febbraio è iniziata la tanto temuta prima ondata di rottamazioni di Re 4/4 II delle FFS, costruite a partire 1967 in 276 esemplari. Finora le locomotive rottamate erano unicamente macchine rimaste coinvolte in un qualche incidente oppure rimaste vittime di avarie importanti. La 11189, invece, è stata la prima macchina demolita presso il Thommen di Kaiseraugst senza aver subito dei danni apparenti. Oltre alla locomotiva appena citata, sono seguite negli scorsi giorni anche la 11175, 11176 e la 11180. Nei prossimi giorni o nelle prossime settimane potrebbe essere il turno delle 420 186, 11168, 11174 e 11190, attualmente accantonate a Zurigo e Basilea. Si tratta finora unicamente di locomotive assegnate alla divisione Cargo che non posseggono né ETCS né impianto di climatizzazione per il macchinista. Entro l'anno dovrebbero però seguire anche alcune macchine della divisione Viaggiatori della prima serie.
Link: elenco delle Re 4/4 II rottamate.

Re 4/4 II 11175
Foto: sguggiari.ch (Federico C.) - Re 4/4 II 11175

Permalink a questo articolo.

torna su

6 FEBBRAIO

Vectron Rem 476 di railCare in Ticino

La notte del 26/27 gennaio, la prima Vectron Rem 476 di railCare ha raggiunto il Ticino. Si tratta in particolare della Rem 476 452 "Ticino", la seconda ad essere stata fornita e la prima provvista di fabbrica di motore ausiliario diesel. Queste locomotive, ordinate in 7 esemplari nel settembre 2016, vanno a sostituire le Re 465 noleggiate da BLS. Per coprire il periodo transitorio sono state noleggiate da Railpool delle locomotive Bombardier di tipo BR 187 o BR 186. Al momento sono state fornite le prime tre locomotive. Le altre seguiranno nei prossimi mesi. Queste macchine sono omologate per Svizzera, Austria e Germania ed hanno una potenza di 6.4 MW in modalità elettrica, mentre il motore diesel (DPM, 'Diesel Power Module’) servirà unicamente per i movimenti di manovra nei terminali. Queste locomotive hanno un paio di dettagli che le rendono diverse dalle altre Vectron: pur potendo circolare in Svizzera, Austria e Germania sono stati installati unicamente due pantografi, contro i quattro montati normalmente. Inoltre questa locomotiva è in grado di funzionare anche con una tensione di linea di 11kV in modo da poter circolare anche tra Chur e Ems.

Vectron Rem 476 di railCare
Foto: sguggiari.ch (Martino S.) - railCare Rem 476

Permalink a questo articolo.

torna su

27 GENNAIO

Sistemi di sicurezza: migrazione ETCS L1 LS completata

Con il cambio di orario del dicembre 2017, la migrazione di praticamente tutti (*) i segnali della rete a scartamento normale svizzera verso il nuovo sistema di sicurezza ETCS L1 LS è stata completata. Questo provvedimento era stato deciso nel maggio 2012 dall'Ufficio Federale dei Trasporti ([pdf]). In pratica tutti i vecchi magneti Integra e le bobine ZUB sono state eliminate e sostituite da balise ETCS. In queste balise sono integrate sia le informazioni dei vecchi sistemi Integra e ZUB che i nuovi telegrammi ETCS L1 LS. Grazie a questa dualità, un vecchio veicolo sprovvisto di ETCS può ancora circolare grazie alle informazioni lette dalle balise tramite il cosiddetto "Rücksack" ETM.
La grossa novità consiste nel fatto che, a partire da ora, i nuovi veicoli non dovranno più avere obbligatoriamente installati i vecchi sistemi ZUB e Integra: basterà infatti un'apparecchiatura ETCS Baseline 3. Ciò comporta un risparmio di parecchie centinaia di migliaia di franchi per ogni veicolo.
I vantaggi si ripercuotono anche sui treni già in circolazione provvisti di ETCS: sarà possibile smantellare le antenne ZUB e Integra o addirittura smontare completamente tali apparecchi, risparmiando notevoli cifre nell'ambito della manutenzione.
Dal punto di vista della sicurezza, la sorveglianza della velocità verrà implementata entro fine 2018 in circa il 50% dei segnali esistenti. Finora solo il 30% circa dei segnali era provvisto di questa funzionalità.

(*) con alcune eccezioni in caso di impianti che saranno rinnovati a breve

Balise ETCS
Foto: sguggiari.ch - Balise ETCS

Permalink a questo articolo.

torna su

torna alla homepage