Archivio di sguggiari.ch

NEWS 2017

NEWS 2016

NEWS 2015

NEWS 2014

NEWS 2013

NEWS 2012

Gennaio - Giugno

Luglio - Dicembre

NEWS 2011

NEWS 2010

NEWS 2009

NEWS 2008

NEWS 2007

space

 

A R C H I V I O     N E W S     2 0 1 2

27 GIUGNO

Galleria fotografica

Con l'aumentare del numero di fotografie presenti nella pagina dedicata alle ferrovie a scartamento normale, il vecchio sistema di visualizzazione delle singole fotografie iniziava a mostrare tutti i propri limiti. Recentemente è stata inserita la possibilità di selezionare un tipo specifico di veicolo ma rimaneva sempre il problema di non avere a disposizione un link specifico per ogni singola fotografia.
Da pochi giorni è attiva una nuova funziona JavaScript che permette, cliccando con il tasto destro del mouse su una fotografia, di visualizzare la foto in grande formato in una pagina dotata di link univoco (ad esempio http://www.sguggiari.ch/4_foto_varie_1.php?veicolo=145). A breve verranno inoltre attivati dei tasti "avanti" e "indietro" per permettere di sfogliare direttamente tutte le immagini disponibili.
Dato che si tratta di una funzione sviluppata da zero e testata unicamente con Firefox ed Internet Explorer, è possibile che ci siano ancora dei difetti. Eventuali segnalazioni o proposte di miglioramento possono essere trasmesse tramite l'abituale pagina di contatto.

IC2000 a Winterthur
Foto: sguggiari.ch - FFS IC2000

Permalink a questo articolo.

torna su

18 GIUGNO

BLS RABe 515 - Corse di prova

In occasione delle prime settimane di prova in territorio bernese del nuovo treno a due piani di BLS è stata aggiornata la pagina dedicata al treno in questione. Dato che si tratta di un treno sviluppato a partire dal RABe 511, questa scheda tecnica conterrà unicamente le differenze rispetto al modello delle FFS, oltre naturalmente a parecchie foto esclusive. La scheda dettagliata del RABe 511 è anch'essa praticamente pronta e verrà caricata prossimamente.

La caratteristica principale che salta subito all'occhio è senza dubbio il frontale differente. Si tratta di un frontale anti-crash lungo circa 1m in più rispetto al RABe 511. Questa modifica è stata necessaria in quanto il treno BLS deve soddisfare le più recenti norme TSI, le quali prevedono anche delle misure antincendio più rigide. La decisione di sviluppare l'intero progetto sulla base di queste norme è stata dettata dalla volontà di BLS di avere un treno che potrà in futuro essere impiegato senza problemi anche nel tunnel di base del Lötschberg (LBT).
Un secondo cambiamento visibile dagli utenti è la presenza di un secondo WC. Nella versione FFS, infatti, il secondo WC è presente solamente nella variante da 6 elementi. [continua]

BLS RABe 515 002 a Schwarzenburg
Foto: sguggiari.ch - BLS RABe 515 002 a Schwarzenburg

Permalink a questo articolo.

torna su

13 GIUGNO

Nuovo logo TILO

È in corso in queste settimane la sostituzione dei loghi TILO da tutti gli RABe 524. Il logo vecchio risaliva ancora ai tempi in cui TILO era formata al 50% dalle FFS e al 50% da Trenitalia. Ora, con il passaggio del 50% italiano nelle mani di Trenord, sono stati eliminati tutti i loghi di TI dai treni. La linea sopra la scritta "TILO" è ora di colore unicamente rosso, mentre prima era composta dai colori verdi e rossi. Il logo frontale è ora completamente nero.
Al momento è possibile vedere in circolazione un po' tutte le varianti: treni con il logo vecchio, treni senza nessun logo e treni già completamente aggiornati.

TILO, nuovo logo (RABe 524 107)
Foto: sguggiari.ch - Nuovo logo TILO

Permalink a questo articolo.

torna su

4 GIUGNO

Trans-Europ-Express RAe 1053

Il famoso TEE (Trans-Europ-Express) RAe 1053 di FFS Historic, icona dei treni internazionali di lusso degli anni 60, è finalmente tornato in servizio dopo un'approfondita revisione costata più di 1.5 milioni di Fr. Il treno era stato fermato all'inizio del 2010 a causa di alcuni problemi tecnici. A causa dell'irreperibilità di alcuni componenti elettronici dell'epoca, i sistemi elettrici sono stati completamente revisionati ed in parte sostituiti con tecnologia moderna, assicurando così un'affidabilità maggiore anche per il futuro. Approfittando della pausa forzata, gli interni sono stati anch'essi restaurati. I lavori si sono svolti presso le officine SOB di Samstagern sotto la direzione della SOB stessa e di Stadler Rail.
Da fine maggio il treno è di nuovo a disposizione per corse charter. La prima corsa pubblica è stato il tradizionale viaggio HAG organizzato il 2 giugno. Alcune fotografie disponibili qui.

TEE RAe 1053
Foto: sguggiari.ch - TEE RAe 1053

Permalink a questo articolo.

torna su

17 MAGGIO

Simulatore Ae 6/6 al Museo Kaeserberg

Martedì 15 maggio, alla presenza dell'ex consigliere federale e presidente della Confederazione Adolf Ogi, è stato inaugurato il simulatore di Ae 6/6 presso il Museo Kaeserberg di Granges-Paccot, nei pressi di Friborgo. Si tratta del primo simulatore professionale accessibile liberamente al pubblico in Svizzera. Basato sul programma di simulazione Locsim, il simulatore è stato costruito all'interno di una vera locomotiva collocata nel piano sotterraneo del museo. Ogni singolo componente del banco di comando è stato collegato al computer in modo da permettere una simulazione il più reale possibile. Il controller meccanico della Ae 6/6 è provvisto di diversi sensori e motori per riprodurne fedelmente il funzionamento ed il sistema pneumatico è completamente funzionante. Ovviamente anche i sistemi di sicurezza Integra Signum e ZUB 121 sono anch'essi perfettamente integrati nella simulazione.
Il prezzo per una sessione di 3 ore al simulatore è di 485.- Fr (385.- Fr per prenotazioni fino a fine settembre 2012). Al momento è possibile scegliere una delle seguenti tratte, entrambe in formato video FullHD:
• Losanna-Friborgo-Berna
• Spiez-Kandersteg-Briga
Nel prezzo è inclusa la presenza di un ex macchinista FFS o BLS, un certificato finale con tanto di dati della corsa e la possibilità di portare con se fino a due accompagnatori. Iscrizione e ulteriori informazioni sono disponibili sul sito ufficiale.

Simulatore Ae 6/6, Museo Kaeserberg
Foto: sguggiari.ch - Adolf Ogi

Permalink a questo articolo.

torna su

8 MAGGIO

Notizie in breve

Breve resoconto degli avvenimenti del panorama ferroviario elvetico avvenuti nelle ultime settimane:
• Terminati i test del DLP sul Gottardo
• Il RABe 515 001 BLS è stato trasferito a Basilea
• Nel weekend scorso prove sul Gottardo per il treno ad assetto variabile di DB BR 612
• 12 Am 61 vendute a RegioJet
• Primo RABe 511 RE da 4 pezzi in servizio in Romandia

Doppellokpendelzug (DLP) Re 474
Foto: sguggiari.ch - DLP Re 474

Permalink a questo articolo.

torna su

24 APRILE

FFS: Test DLP sul Gottardo

Nell'ultima settimana sono iniziati i test con le nuove composizioni delle FFS denominate Doppellokpendelzug (DLP) e composte da Bpm/Apm 61 con due Re 474 di FFS Cargo alle estremità. L'idea che sta alla base di questi test è quella di cercare una soluzione transitoria da utilizzare a partire dalla fine del 2014, ovvero quando saranno ritirati dal servizio gli ETR 470, fino a quando non saranno pronti i nuovi treni. Questa composizione permetterebbe di arrivare fino a Milano senza dover cambiare la locomotiva a Chiasso e, soprattutto, senza dover far manovra nella stazione di Milano Centrale. Le locomotive, con una velocità massima di 140 km/h, hanno dovuto essere leggermente modificate: nuovi respingenti per poter lavorare in maniera ottimale anche in spinta e un software modificato. Il passaggio dei segnali del comando multiplo implica l'impiego di Bpm/Apm 61 riammodernate. Rimane ora da vedere se una tale configurazione del treno riceverà il permesso di circolare anche in Italia...
Alcune fotografie dei test sul Gottardo sono disponibili nella galleria fotografica.

Doppellokpendelzug (DLP) Re 474 003
Foto: sguggiari.ch - DLP Re 474 003

Permalink a questo articolo.

torna su

16 APRILE

FFS: 29 nuovi elettrotreni

Le FFS hanno pubblicato oggi il bando di concorso per la fornitura di 29 nuovi elettrotreni per il traffico nord-sud. I treni, dal costo complessivo di oltre 800 milioni di franchi, serviranno per il previsto raddoppio della domanda sull'asse del San Gottardo dopo l'apertura della galleria di base e sostituiranno i Pendolini ETR 470 che verranno mandati in pensione a fine 2014.
Il primo convoglio dovrebbe entrare in servizio entro la fine del 2017 e potrà viaggiare in Svizzera, Germania, Austria e Italia. Alcune caratteristiche estratte dal bando di concorso disponibile in tedesco su simap.ch ([pdf]):

• Velocità massima: almeno 249 km/h (15/25kV AC) e 160 km/h (3kV DC)
• Lunghezza 200 m +/- 1%
• Norme TSI classe 2
• 19 treni con ristorante e 10 senza
• Comando multiplo fino a 2 composizioni
• Opzione 1: 12 composizioni
• Opzione 2: 80 composizioni

Gli interessati avranno tempo fino al 12 ottobre 2012 alle 16:00 per inoltrare alle FFS le proprie offerte. Possibili prodotti già esistenti sul mercato che potrebbero entrare in considerazione sono gli ETR 610 di Alstom e gli ICx di Siemens. Ci saranno comunque da aspettarsi offerte di treni completamente nuovi da parte delle altre aziende leader del settore.
Ulteriori informazioni: comunicato stampa FFS.

29 nuovi treni per ffs
Foto: sguggiari.ch - 29 nuovi treni per FFS

Permalink a questo articolo.

torna su

12 APRILE

FFS Re 6/6

Dopo una lunghissima gestazione, ecco che è finalmente online una prima versione della scheda tecnica dell'ultima locomotiva "classica" delle FFS e forse anche di una delle locomotive più amate degli ultimi 30 anni: la Re 6/6. Per ora la scheda si limita ad una piccola descrizione dei 4 prototipi ma a breve seguirà una descrizione più dettagliata della parte elettrica con numerose fotografie. Gli aggiornamenti verranno segnalati come d'abitudine nell'apposita pagina.

FFS Re 6/6 (Re 620)
Foto: sguggiari.ch - FFS Re 6/6 (Re 620)

Permalink a questo articolo.

torna su

2 APRILE

WESTbahn ET 4010

Secondo una previsione basata sui dati raccolti negli ultimi tre mesi, il 5 aprile 2012 alle 20.29 la flotta di treni a due piani di Westbahn (ET 4010) raggiungerà il primo milione di chilometri. I 7 treni erano entrati in servizio lo scorso 11 dicembre e da allora sono impiegati praticamente senza pausa in 13 collegamenti giornalieri tra Vienna e Salisburgo in diretta concorrenza con le ÖBB austriache.

Edit: aggiornato il 4 aprile 2012, 21:45

Stadler Dosto Westbahn ET 4010
Foto: sguggiari.ch - Westbahn ET 4010

Permalink a questo articolo.

torna su

21 MARZO

BLS RABe 515: Roll-out

Il 20 marzo 2012 ha avuto luogo a Erlen (TG) il Roll-out del primo dei 28 RABe 515 ordinati da BLS presso la turgoviese Stadler Rail per un importo complessivo di 494 milioni di franchi. I primi treni entreranno in servizio nel dicembre 2012, mentre gli ultimi saranno consegnati entro la fine del 2014. Le linee previste sono la S1 (Friborgo-Berna-Münsingen-Thun), la S3 (Biel/Bienne-Berna-Belp), la S31 (Münchenbuchsee-Berna-Belp) e la S6 (Schwarzenburg-Berna).
Il treno, composto da 4 casse lunghe circa 25m, è in gran parte identico al RABe 511 delle FFS ed offre 335 posti a sedere, di cui 61 in 1a classe. La differenza principale visibile dall'esterno rispetto al treno delle FFS è sicuramente il frontale anti-crash potenziato, dovuto sostanzialmente alle norme differenti che sono state applicate in fase di progettazione. Il concetto della cabina di guida, inoltre, è stato modificato in modo da essere simile a quello dei RABe 525 NINA e dei RABe 535 Lötschberger già presenti da anni in seno alla flotta di BLS.
Per ulteriori informazioni è possibile consultare il comunicato stampa BLS (in tedesco) oppure quello Stadler (disponibile in tedesco, francese e inglese).

Roll-out del primo DOSTO BLS RABe 515
Foto: bls.ch - Roll-out BLS RABe 515

Permalink a questo articolo.

torna su

10 MARZO

Fotografie notturne a Erstfeld

In occasione della chiusura della linea del Gottardo tra Erstfeld e Göschenen a causa della frana scesa a Gurtnellen, i viaggiatori sono costretti a viaggiare utilizzando gli autobus sostitutivi tra Flühelen e Göschenen. Approfittando della pausa forzata ho così fatto un giretto notturno nel deposito di Erstfeld...

Per l'occasione ho anche modificato la pagina delle fotografie ferroviarie in modo da permettere la selezione di un evento particolare oltre che alla classica selezione in base al tipo di veicolo. Raccolte presenti finora:
2009.02.07 - Foto invernali ad Airolo
2012.03.10 - Foto notturne a Erstfeld

Re 6/6 11662 a Erstfeld
Foto: sguggiari.ch - Re 6/6 11662

Permalink a questo articolo.

torna su

20 FEBBRAIO

Amianto sulle Bpm 51

Oggi il programma di rinnovo delle carrozze FFS Bpm 51 annunciato nel 2010 ha subito un'altra battuta di arresto, dopo il ridimensionamento deciso nel corso del mese di marzo del 2011.
Questa volta a bloccare i lavori è stato il ritrovamento di tracce di amianto nelle zone delle porte di accesso. In teoria queste carrozze erano già state tutte sanate e il quantitativo di materiale "contaminato" risulta essere ridotto. Le FFS hanno però deciso di sospendere subito i lavori per poter analizzare a fondo il problema (comunicato stampa). Da notare il fatto che la zona in questione non è accessibile ai passeggeri e che l'amianto presente può diffondersi solamente in caso di lavorazioni meccaniche effettuate direttamente su di essa. Contrariamente a quanto scritto nel comunicato, di carrozze completamente ristrutturate ne esiste solo una (B 50 85 21-73 312-3) e si trova ancora presso le officine di Olten. La cinquantina di carrozze di cui si fa riferimento sono quelle a cui sono già state installate le porte automatiche che, tra l'altro, non sembrano ancora funzionare in maniera affidabile come dovrebbero.
Contrariamente a quanto affermato nel comunicato stampa ("I veicoli di questa serie sono impiegati come rinforzo negli orari di punta e nei treni speciali per le grandi manifestazioni."), queste carrozze, non particolarmente amate dai passeggeri, sono impegate quotidianamente nei treni IR da e per Locarno e in molti altri collegamenti considerati di secondo piano.

Aggiornamento: dal 3 aprile i lavori sulle Bpm 51 hanno ottenuto il via libera da parte della SUVA. Maggiori dettagli nel comunicato stampa FFS.

Edit: aggiornato il 4 aprile 2012, 21:50

Bpm 51 rinnovate, B 50 85 21-73 312-3
Foto: sguggiari.ch (Fabien P.) - B 50 85 21-73 312-3

Permalink a questo articolo.

torna su

N E W S

FFS RBDe 561 in Ticino

Come forse alcuni avranno già potuto notare, recentemente è giunta in Ticino una motrice di un NPZ Colibrì con delle porte diverse dalle altre. Si tratta semplicemente di uno dei sei RBDe 560 modificati nel 2003 per il servizio nel Wiesental (D) e rinominati RBDe 561 000-005. Le uniche modifiche visibili dall'esterno sono le porte diverse del RBDe e della carrozza di comando Bt e il pantografo con lo strisciante più largo per poter circolare in Germania. Internamente, invece, è stato montato il sistema di sicurezza Indusi (PZB) e la radio tedesca ZF 90.
Nel 2006, dopo la fornitura dei primi Flirt RABe 521 con abilitazione anche per la Germania, agli RBDe 561 è stato di nuovo montato il pantografo svizzero, mantenendo però la nuova denominazione. Con il passare del tempo le carrozze di comando e le motrici non circolano più accoppiate a causa dei diversi cicli di revisione. È quindi così possibile trovare questi veicoli sparsi un po' per tutta la Svizzera.
I sei treni modificati sono i seguenti:

• RBDe 560 128-1 -> RBDe 561 000-1
• RBDe 560 127-3 -> RBDe 561 001-9
• RBDe 560 105-9 -> RBDe 561 002-7
• RBDe 560 133-1 -> RBDe 561 003-5
• RBDe 560 134-9 -> RBDe 561 004-3
• RBDe 560 135-6 -> RBDe 561 005-0

Gli RBDe 561 saranno anch'essi sottoposti al programma di ristrutturazione Domino a cui sono sottoposti tutti gli altri RBDe 560 (con le dovute eccezioni) a partire dal 2008.

FFS RBDe 561 004-3 in Ticino
Foto: sguggiari.ch - RBDe 561 004-3

Permalink a questo articolo.

torna su

N E W S

FFS Am 4/6 1101 - Locomotiva a turbina a gas

La pagina dedicata alla Am 4/6 1101 delle FFS, prima locomotiva a turbina a gas del mondo, è stata completamente aggiornata e sono state aggiunte alcune immagini d'epoca. Purtroppo non sono riuscito a trovare nessuna registrazione audio del rumore della turbina a gas della locomotiva in funziona. Alcuni video pubblicati recentemente dalla ABB mostrano la locomotiva in funzione assieme alla British Rail 18000 ma si tratta unicamente di tracce video mute.

FFS Am 4/6 1101 - Locomotiva a turbina a gas
Foto: BBC - Am 4/6 1101

Permalink a questo articolo.

torna su

30 GENNAIO

C'era una volta...

In questi giorni particolarmente freddi, ecco che le Ferrovie Retiche (RhB) hanno pubblicato sul proprio canale di Youtube un documento d'epoca che vale decisamente la pena di guardare: la rimozione della neve nell'inverno 1937. Buona visione!

Permalink a questo articolo.

torna su

19 GENNAIO

Stato della linea Iselle - Domodossola

Come in molti avranno sicuramente avuto occasione di leggere sui giornali, la sera del 3 gennaio l’EC 42 Milano-Ginevra, effettuato con l’ETR 610 013 delle FFS, è deragliato in prossimità della stazione di Varzo (I) (articolo con foto su ossolanews.it oppure qui in [pdf]). Fortunatamente è sviato solo un carrello dell'ultima carrozza ma è subito risultato chiaro che si trattava di un problema da ricondurre alla linea e non al treno stesso.
Per avere una vista d'assieme della situazione, occorre precisare un punto in particolare: il tratto di linea tra Iselle e Domodossola è dal punto di vista della tecnica ferroviaria una linea svizzera (tensione di linea di 15kV/16.7Hz, sistemi di sicurezza svizzeri, ...) ma, per quanto riguarda la gestione dell'infrastruttura, il responsabile è unicamente l'ente italiano RFI (Rete Ferroviaria Italiana). Tale situazione è regolata da una convenzione internazionale tra Svizzera e Italia rinnovata per l'ultima volta nel 2006. Sul sito della Confederazione tale convenzione è consultabile da chiunque: 0.742.140.22. Il punto cruciale per quanto riguarda la responsabilità della manutenzione della linea è specificato nell'articolo 5. Il servizio del traffico regionale invece rimane a carico delle FFS, le quali per altro lo effettuano normalmente con materiale decisamente non all'avanguardia (Re 4/4 II con CU I/II).

A seguito dell'incidente sono iniziate a piovere critiche sullo stato pietoso della linea dal lato italiano. Alcune fotografie pubblicate su diversi siti svizzeri lasciano poco spazio a dubbi. Nelle fotografie seguenti si possono vedere numerose viti allentate o addirittura mancanti oppure binari con una geometria che presenta angoli netti tra i giunti delle rotaie.

Binari Iselle-Domodossola
Foto: sguggiari.ch, Pacific-Heizer

Binari Iselle-Domodossola
Foto: sguggiari.ch, Pacific-Heizer

Altre foto, che non pubblico per vari motivi, mostrano delle rotaie completamente consumate, spazi di parecchi cm tra i giunti delle singole rotaie o addirittura degli scambi con aghi e controrotaie rotti o crepati. Le FFS hanno introdotto negli scorsi giorni un limite di velocità facoltativo di 30 km/h su un tratto di 8 km e solamente oggi (19 gennaio) RFI ha accettato di ufficializzare la riduzione di velocità tra il km 11.900 e il km 1.420.

Binari Iselle-Domodossola
Foto: sguggiari.ch, Pacific-Heizer

Il risultato di questo rallentamento sono ovviamente dei ritardi nell'ordine dei 30 minuti come minimo, considerando anche il fatto che la linea è in parte aperta solamente su un unico binario. Per i treni merci vi è inoltre il problema più che concreto di non riuscire a mantenere una velocità costante di appena 30 km/h in quanto, come risaputo, il tempo di propagazione dei freni pneumatici nei treni merci è abbastanza elevato. Sulle vecchie locomotive, inoltre, l'efficacia del freno elettrico a basse velocità è molto ridotta. La situazione andrà avanti così sicuramente alcuni giorni, almeno fino a quando il problema che ha causato il deragliamento dell'ETR 610 sarà risolto. Per il resto non rimane che aspettare, anche se temo di sapere come andrà a finire...

Aggiornamenti:
- sabato 21 gennaio linea chiusa per un paio d'ore per lavori straordinari ([pdf]).
- non c'è limite al peggio: secondo fsnews.it, la linea tra Varzo e Domodossola si trova in territorio svizzero ([pdf]).

P.S.: per evitare malintesi: con questo articolo non si intende denunciare nessuna mancanza di sicurezza sulla linea in questione. Per questo ci sono sicuramente persone più esperte che giudicheranno le cosa in maniera competente e ufficiale. L'articolo ha lo scopo di essere un piccolo sasso lanciato in uno stagno al fine di far conoscere una situazione non certamente ideale.

Edit: aggiornato il 22 gennaio 2012, 21:52

Permalink a questo articolo.

torna su

2 GENNAIO

Tecnica della Ae 6/6: contattore separatore

Nelle Ae 6/6, la tensione ai poli dei motori di trazione può variare dai 50 V del primo gradino ai 502 V del 27esimo gradino, sempre a 16.7 Hz. A monte di ogni motore si trova un interruttore di potenza denominato "contattore separatore" (posizione 29 negli schemi) che serve ad inserire o a disinserire i motori singolarmente. La corrente massima che può scorrere in ogni singolo motore durante il normale esercizio è di 3000 A e quindi i contattori separatori di ogni motore devono essere in grado di commutare tale corrente. Per spegnere l'arco elettrico che si viene a creare durante l'apertura dei contatti sotto carico, i contattori si presentano come nella fotografia qui sotto: quando la parte inferiore viene mossa verso il basso ("contatto aperto"), l'arco elettrico viene spinto verso sinistra da un vento magnetico creato dalla bobina visibile nella parte superiore della foto. La distanza i due poli viene così aumentata e l'arco si spegne. Per aumentare ulteriormente la distanza tra i due poli sul contattore è montato un camino rompiarco come quello visibile sullo sfondo. La costruzione puramente elettromeccanica di questo componente permette ancora oggi di sostituire un elemento difettoso con uno praticamente uguale fabbricabile in ogni piccola officina meccanica.

Contattore motore Ae 6/6
Foto: sguggiari.ch - Contattore separatore

Permalink a questo articolo.

torna su

torna alla homepage