SCHEDE TECNICHE

CIS ETR 470

Ľ ČD 680

CIS ETR 610

FFS Am 4/6

BLS Ae 4/4

FFS Ae 4/6

FFS Ae 6/6

FFS Bm 4/4 II

FFS Eem 923

FFS RABDe 500 (ICN)

FFS RABDe 502

FFS RABe 501 (Giruno)

FFS RABe 502

FFS RABe 503

FFS RABe 511

BLS RABe 515

TILO RABe 524

FFS RBDe 560

FFS Re 4/4 II

FFS Re 4/4 III

FFS Re 460

BLS Re 475

FFS Re 6/6

-------------------------

Sistemi di sicurezza

Misura corrente di trazione

16 2/3 Hz o 16.7 Hz?

Vocabolario tecnico

Incidenti ferroviari

Diversi

space

 

Elettrotreni ad assetto variabile

Č D    6 8 0

Il Pendolino ceco

ČD 680

Dati tecnici

SocietÓ

ČeskÚ drßhy

Nome

ČD 680

Anno di costruzione

2003 - 2005

Produttore

Alstom

Esemplari prodotti

7

Numero

680.001 - 007

Lunghezza totale

184.4 m

Massa

385 t

Numero di elementi

7 (681 - 081 - 683 - 084 - 684 - 082 - 682)

Potenza

3920 kW / 5330 CV

Sforzo di trazione max

200 kN

VelocitÓ massima

230 km/h

Propulsione

3 kV DC, 25kV/50Hz e 15 kV/16.7 Hz

Numero di motori

8

Posti a sedere

331 + 2

Prezzo

25.7 mio Ç

Breve descrizione

Il Pendolino ČD 680 delle ferrovie ceche (ČeskÚ drßhy) Ŕ un elettrotreno ad assetto variabile di 7 elementi prodotto dalla Alstom che si basa in gran parte sull'ETR 470 Cisalpino. Inizialmente il Pendolino avrebbe dovuto essere omologato in Repubblica Ceca, Slovacchia, Austria e Germania ma fino ad oggi, a causa di vari problemi di omologazione, non Ŕ mai stato impiegato in viaggi commerciali in Germania.
Secondo i piani iniziali, il treno avrebbe dovuto essere costruito da un consorzio formato da CKD, Moravskoslezskß Vagˇnka, Siemens e Fiat Ferroviaria ma, per vari motivi, la costruzione Ŕ iniziata solo 5 anni dopo completamente da parte di Alstom.
L'entrata in servizio era pianificata nel 2003/2004 sulla linea Dresda-Praga-Vienna ma, complici i numerosi problemi da cui era affetto, non se ne fece nulla fino al dicembre del 2005. Nel 2006 i treni vennero ritirati provvisoriamente dal servizio a causa di numerosi problemi e furono rimessi in circolazione unicamente solo quando questi problemi furono risolti (o almeno in parte mitigati) da parte del produttore e delle ferrovie ceche stesse. Attualmente i Pendolini viaggiano sulle linee Praga-Ostrava e Praga-Bratislava sotto il nome di Supercity Pendolino.
Una piccola curiositÓ: a fine 2010, i 7 Pendolini ČD 680 avevano percorso un totale di 11'456'076 km.

Interni

Gli interni, progettati dalla ditta italiana Rail Interiors, sono concepiti secondo un modulo 2+1 per entrambe le classi. I sedili si differenziano unicamente per il colore (rosso per la prima classe e blu per la seconda) e per la presenza in prima classe di una presa per auricolari per connettersi ad una serie di canali musicali diffusi dalla cabina del capotreno. Le tendine si impostano in modo analogo agli ETR 470 mediante una serie di pulsanti.

Interni di un Pendolino ČD 680
Estate 2011

Sistemi di sicurezza

LS 90 Il treno Ŕ provvisto dei sistemi di sicurezza PZB90 (Germania e Austria), LS90 (Repubblica Ceca) ed ETCS. Inoltre, in Germania e Repubblica Ceca Ŕ disponibile una connessione GSM-R.
Il sistema LS90, impiegato unicamente in Slovacchia e in Repubblica Ceca, Ŕ costituito da circuiti di binario codificati dal lato linea che inviano lo stato del segnale al veicolo tramite una frequenza portante (solitamente 50 o 75 Hz). Sul veicolo viene in seguito mostrato al macchinista con delle lampade, mentre il computer di bordo supervisiona unicamente la velocitÓ massima, vale a dire senza nessuna curva di frenatura. A causa di questa notevole mancanza, il sistema viene considerato oggi poco sicuro in quanto la frenata di emergenza viene attivata solamente se si supera il segnale con una velocitÓ troppo elevata. ╚ quindi molto probabile che in questa situazione lo spazio di frenata a disposizione non sia sufficiente per evitare di entrare nella zona di pericolo.
Il successore del sistema di sicurezza LS90 Ŕ il MIREL, il quale, oltre ad integrare tutte le funzioni del LS90, supervisiona anche la curva di frenatura del veicolo.

Fotografie

Fotografie scattate a Praga l'11 e 12 giugno 2011.

ČD 680.003

ČD 680.004 e
ČD 680.006

ČD 680.004 e
ČD 680.006

ČD 680.006

ČD 680.006

Carrello di un ČD 680

Motore di un ČD 680

Trasmissione di un ČD 680

Trasmissione di un ČD 680

torna su