Aggiornato lunedì 06 luglio 2020

Online dal 14 maggio 2005

A R C H I V I O     N E W S     2 0 1 2

20 FEBBRAIO

Amianto sulle Bpm 51

Oggi il programma di rinnovo delle carrozze FFS Bpm 51 annunciato nel 2010 ha subito un'altra battuta di arresto, dopo il ridimensionamento deciso nel corso del mese di marzo del 2011.
Questa volta a bloccare i lavori è stato il ritrovamento di tracce di amianto nelle zone delle porte di accesso. In teoria queste carrozze erano già state tutte sanate e il quantitativo di materiale "contaminato" risulta essere ridotto. Le FFS hanno però deciso di sospendere subito i lavori per poter analizzare a fondo il problema (comunicato stampa). Da notare il fatto che la zona in questione non è accessibile ai passeggeri e che l'amianto presente può diffondersi solamente in caso di lavorazioni meccaniche effettuate direttamente su di essa. Contrariamente a quanto scritto nel comunicato, di carrozze completamente ristrutturate ne esiste solo una (B 50 85 21-73 312-3) e si trova ancora presso le officine di Olten. La cinquantina di carrozze di cui si fa riferimento sono quelle a cui sono già state installate le porte automatiche che, tra l'altro, non sembrano ancora funzionare in maniera affidabile come dovrebbero.
Contrariamente a quanto affermato nel comunicato stampa ("I veicoli di questa serie sono impiegati come rinforzo negli orari di punta e nei treni speciali per le grandi manifestazioni."), queste carrozze, non particolarmente amate dai passeggeri, sono impegate quotidianamente nei treni IR da e per Locarno e in molti altri collegamenti considerati di secondo piano.

Aggiornamento: dal 3 aprile i lavori sulle Bpm 51 hanno ottenuto il via libera da parte della SUVA. Maggiori dettagli nel comunicato stampa FFS.

Edit: aggiornato il 4 aprile 2012, 21:50

Bpm 51 rinnovate, B 50 85 21-73 312-3
Foto: sguggiari.ch (Fabien P.) - B 50 85 21-73 312-3

visualizza tutte le notizie

torna alla homepage